Sezione Live Reports
Subsonica "In una foresta Tour" - Brianza Rock Festival - 13/06/2015
a2015_06_15_08_55_22_subsonica-biglietti.jpg

E' ripartito dal Brianza Rock Festival di Monza il In una foresta tour dei torinesi Subsonica che dopo una breve pausa primaverile ritornano a calcare i palchi di tutt' Italia. 

Ad aprire il concerto Bugo che torna sulle scene dopo una lunga assenza e che ieri sera ha presentato il suo nuovo singolo Cosa ne pensi Sergio? suscitando divertimento ed interesse da parte di molti.

 

Verso le 22 salgono sul palco i protagonisti della serata, accolti da un enorme boato, il pubblico dei Subsonica continua ad essere uno dei più calorosi che abbia avuto il piacere di osservare. Inizio inatteso con Colpo di pistola, si succedono poi senza tregua Lazzaro, Attacca il panico, tratti dal nuovo album, per poi ritornare ai grandi classici come La Glaciazione. Ospite a sorpresa, anche se velatamente annunciato sulla pagina Facebook del gruppo, Morgan, direttore artistico del festival che duetta con Samuel in Discoteca labirinto regalando al pubblico una chicca che difficilmente si potrà rivedere a breve.
Segue un altro blocco da togliere il fiato Nuvole rapideNuova ossessione, L'ultima risposta e la cover di Battiato Up patriots to arm, il pubblico balla senza sosta, canta e salta. Dopo una brevissima pausa la band rientra con uno dei pezzi che preferisco:Strade, segue il singolo in rotazione da qualche settimana in radio che affronta il tema dei disturbi alimentari Specchio, i Subsonica hanno il merito di riuscire ad affrontare temi complessi con un'eleganza e leggerenza invidiabili.
Si ricomincia poi a ballare con Veleno, DepreLiberi tutti e Il diluvio accompagnato dall'ormai tradizionale "tutti giù". Andare ad un concerto dei Subsonica significa staccare dal mondo per due ore ed immergersi in un universo parallelo dove i sentimenti e le emozioni sono amplificate, dove trova spazio la musica, quella vera, che riesce a toccare corde che nemmeno pensavi di avere; si suda, si pensa, si sorride e a volte si piange.

 

Nonostante qualche piccolo problema tecnico indipendente dalla band e dall'organizzazione del Festival, i Subsonica sono riusciti a regalare per l'ennesima volta al pubblico presente un grande spettacolo.