Sezione Live Reports
PELAGIC - Familien, Trondheim (Norvegia)
a2014_04_16_01_27_02_318784_402032786536510_1373636751_n.jpg

Ritiratami a miglior vita (insomma, dipende dai punti di vista) nella freddissima e selvaggia Norvegia, patria di alcune delle band più importanti del panorama metal passato e attuale, mi sono ripromessa di ricercare e capire quali sonorità e quali progetti meritano la pena di essere ascoltati e conosciuti, qui in particolare a Trondheim, dove vivo.

Ieri sera ho avuto la prima esperienza assistendo al concerto dei Pelagic, in un piccolo pub in centro città chiamato Familien. Il luogo è carino, e se non fosse per il costo della birra e degli alcolici in generale (parliamo di 8 euro per una piccola) diventerebbe sicuramente il mio locale preferito dove vedere concerti: atmosfera tranquilla, un palco vero e un decente sistema audio.

Assisto ad un’ora di buon stoner rock proveniente dall’ultimo album della band, Nocturnia. I primi pezzi, con un’apprezzabile vena oscura, sono lenti e gravi, e nonostante le pesanti influenze alla Black Sabbath apprezzo la particolarità delle composizioni nel suo insieme.  Ha un qualcosa di mistico, il sound dei Pelagic: le chitarre, con il loro suono denso e granitico, tipico del genere, riesce a rendere molto bene l’atmosfera psichedelica e introspettiva delle canzoni.

 

L’esecuzione è molto buona e scappano alcuni assoli degni di nota. Un peccato per la voce, poco  presente e tirata al massimo in alcuni momenti, che smorza l’interesse generale dell’accompagnamento.

Il live risulta molto positivo, con una buona presenza nel locale e sotto il palco. Non mi resta che sperare in nuove scoperte ‘po

sitive’, anche se qualcosa mi fa pensare che non sarà difficile averle, considerando il numero di concerti e di band che girano in questa città. Vi terrò aggiornati.