Sezione recensioni
recensioni18/10/2015A cura di: Lilou
Rumorerosa
UOAAOO
a2015_10_18_05_54_52_rumore-rosa-cover2015-250x250.jpg

Tracklist

  • 1. Uoaaoo
  • 2. Tutti fioriscono a primavera
  • 3. Non altrove
  • 4. Come dimenticare
  • 5. Giorni sani
  • 6. Non appartengo
  • 7. Una vacanza dalla mia testa
  • 8. Alice ti odio
  • 9. Mrs No Where
  • 10. La mia cura

Genere

Rock

Etichetta

Indipendente

Voto

3,5 su 10

 

UOAAOO”, avere dieci anni in più e non sentirli!

 

Sono passati dieci anni dall’ultimo disco “Piccoli disturbi mentali” dei Rumorerosa e loro sono rimasti proprio li dove li abbiamo lasciati. 

A voi decidere se si tratta di un elemento positivo o negativo, io cercherò di varare i due aspetti perché sarà che io sono cambiata, che i miei gusti musicali sono evoluti in un’altra direzione, ma questo nuovo disco non mi convince. Non riconosco la stessa grinta del loro album precedente che avevo così tanto apprezzato, e mi chiedo se le canzoni sono rimaste in un cassetto a fare ragnatele per poi essere rispolverate dopo questa lunga decade.

 

Spesso i testi sembrano slegati dalla musica, sento una certa ricerca nel voler rinfrescare il proprio genere mischiando rock, pop e suoni di sintetizzatori arrivati da un’epoca lontana e dissonanze interessanti ma, purtroppo, l’effetto si perde in una registrazione in studio che appiattisce il tutto, che non da ne priorità alla voce ne agli strumenti. E non aiuta il fatto che siano tutte ballate pop-rock malinconiche e lente. Manca la variazione, il colpo di frusta.

Peccato. Ho dovuto ascoltare  e riascoltare l’album per poter apprezzare qualche titolo, come il pezzo che apre e intitola il disco “UAAOO”, dalla melodia che resta in testa, “Tutti fioriscono in primavera” e “Mrs no where”.

 

Di positivo c’è che non ci si ritrova sperduti, li si riconosce, riscopriamo un po’ questa bisogno adolescenziale di gridare la propria rabbia e frustrazione contro i propri compagni di classe, la propria incapacità di accettarsi e i primi amori disillusi.  Quindi, il mio consiglio, non importa se siete adolescenti, post-adolescenti o adulti, ascoltatelo e riascoltatelo e poi, decidete voi.

Se volete saperne di più, ho avuto occasione di intervistare brevemente il gruppo. Trovate le loro parole nella sezione interviste.

Tag in questo articolo

rumorerosa, uoaaoo