Sezione recensioni
recensioni06/03/2015A cura di: Vanessa Galati
VallyMellowry
Selfshot
a2015_03_06_11_50_23_cover selfshot.jpeg

Tracklist

  • 1. Selfshot
  • 2. Dirty touch
  • 3. Come to me
  • 4. Tonight

Genere

Rock

Etichetta

Autoprodotto

Voto

6 su 10

E' uscito il primo EP da solista della cantante Vally Mellory, voce della band bolognese Free Procrastination

L'EP , dal titolo Selfshot contiene quattro tracce molto orecchiabili, caratterizzate da sonorità leggermente punk e melodiche.

I brani restano in mente come fossero tormentoni estivi ma noto che più di quello non c'è, i brani sono veramente banali ma non perché il genere richiede che debbano essere così ma lo sono in quanto sono stati scritti in maniera banale, melodie ripetitive, testi ridondanti, voce non perfezionata e resa personale.

Buoni gli arrangiamenti di Steffie Mercury e di Mario Mutti ma con le melodie e la voce della cantante non ci siamo proprio, va bene che questo genere musicale non richiede una tecnica di canto particolare ma non va bene nemmeno cantare allo sbaraglio; questa cosa mi sorprende, e non poco, in quanto, documentandomi, sono venuta a conoscenza del fatto che Vally presenta un curriculum da musicista a tutti gli effetti attraverso studi di canto durati sette anni, studi di pianoforte,di violino, di teoria e solfeggio, infine di chitarra e basso come autodidatta.

Credo che per lei debbano essere scritte tracce che valorizzino maggiormente la sua voce e che le diano modo di esprimersi al meglio.

La traccia che spicca più delle altre quattro e dove Vally rende la sua voce più personale è Come to me.

E' il primo EP, li possiamo anche perdonare, faccio il tifo per il secondo lavoro che eventualmente produrranno e soprattutto per Vally, in quanto confido molto in lei come artista a 360 gradi.