Sezione recensioni
recensioni23/02/2015A cura di: Serena
Neropulsar
In the Shadow of the Cross
a2015_02_23_09_20_32_index.jpg

Tracklist

  • 1. A Virgin For Baphomet
  • 2. The Eiaculation of The Goatgod
  • 3. Follow The Rain
  • 4. The Cat and The Monster
  • 5. The Sun No Longer Shines
  • 6. Our Gift (Outro)

Genere

Metal

Etichetta

Autoprodotto

Voto

8 su 10

Titolo piuttosto scontato per i salentini Neropulsar, che con questo In the Shadow of the Cross portano alla luce la loro ultima fatica discografica. L’album di per sé non è poi così scontato, per fortuna: l’intenzione di portare alla luce (o all’oscurità, fate voi) una sorta di primordiale suicide black ha superato le aspettative. In In the Shadow of the Cross possiamo osservare gli stati della disperazione umana, viverli sulla nostra pelle, percepirli con i nostri sensi.


E’ un album piuttosto ruvido, prodotto in maniera artigianale, o per lo meno così sembra al primo ascolto. Questo non sminuisce l’opera, poiché richiama le radici del genere, quando il black era famoso per la scarsa qualità delle sue registrazioni (oltre che, e soprattutto per, altri fatti di cronaca), ma non è solo il ritorno alle raidici: la percezione del suono, risultando distorta o clippata, rende ancora più grottesco e drammatico l’intero concept di devastazione fisica e mentale.


Un uso sapiente dello stile depressive black definisce il suono dei Neropulsar, rendendolo una disperata agonia di dolore e violenza.