Sezione recensioni
recensioni30/12/2014A cura di: Lara Calistri
Godwatt
MMXVXMM
a2014_12_30_05_12_34_copertina Godwatt  MMXVXMM.jpg

Tracklist

  • 1. L'ultimo Sole
  • 2. Supergressus
  • 3. Condannata
  • 4. Catene
  • 5. Memoria
  • 6. Cenere
  • 7. Nostro Veleno
  • 8. Nessuno Mai
  • 9. Antica

Genere

Metal

Etichetta

Autoprodotto

Voto

8,5 su 10

La band italiana Godwatt, dopo l'ottimo lavoro con l'uscita del cd Senza Redenzione, riesce ancora a sfondare  in grande stile nella scena metal con l'album MMXVXMM, un esplosivo concentrato di doom metal circondato di sfumature musicali stoner.

 

Il cantante non solo è dotato dei una voce molto sporca, cattiva e graffiante ma riesce a creare dei riff di chitarra ben strutturati e incisivi. Anche il bassista suona ritmiche molto profonde e devastanti, molto adeguate al contesto stilistico-musicale del cd. Il batterista riesce a suonare tempi molto articolati e complessi con grande precisione e con ottime dosi di potenza.

 

La testimonianza delle ottime capacità tecnico-musicali e stilistico-musicali di ogni membro del gruppo sono canzoni come L'ultimo Sole, Condannata, Memoria, Nostro Veleno e Nessuno Mai. I testi di queste canzoni colpiscono emotivamente nell'orecchio e nel cuore dell'ascoltatore. Anche la composizione degli accompagnamenti è molto accurata e dotata di variazioni che non sono figlie del caso ma ben studiate. Un ottimo album che riesce a lasciare un'impronta molto pungente nelle orecchie dell'ascoltatore. Ottimo dal punto di vista tecnico-musicale e originale e innovativo dal punto di vista stilistico-musicale, lo stile musicale dei Godwatt è in continua evoluzione. Da ascoltare assolutamente.

Tag in questo articolo

Godwatt; MMXVXMM