Sezione recensioni
recensioni23/11/2014A cura di: Serena
Desma
Identità Anonime
a2014_11_23_11_19_11_Cover desma.jpg

Tracklist

  • 1. Visione Liquida
  • 2. Ombre
  • 3. Indifferente
  • 4. Falsi Dei
  • 5. Illusione
  • 6. Vedova Nera
  • 7. Nuova Alba
  • 8. Inganno dell'Orgoglio
  • 9. Pochi Minuti

Genere

Rock

Etichetta

Atomic Stuff Records

Sito Ufficiale

http://www.desma.it

Voto

8 su 10

Il primo full length dei bresciani Desma, Identità Anonime, racconta in maniera piuttosto concentrata ciò che nella società occidentale, ma forse ad essere più precisi in quella italiana, cosa effettivamente non va. Nonostante i progressi compiuti durante i secoli, nonostante come persone risultiamo molto più evolute e istruite rispetto alle generazioni passate, abbiamo potenzialità di qualche ordine di grandezza rispetto a coloro che hanno vissuto nei secoli passati, sebbene potremmo essere una società progredita, ancora oggi ci rinchiudiamo nella grettezza di facili soluzioni, dimostrando quanto tristemente siamo infimi.

 


I Desma, formatisi nel 2009 da un’idea del tastierista Emanuele Torri, coronano la loro gavetta con questo Identità Anonime, pubblicato dalla Atomic Stuff Records. Il rock tagliente dei nostri riprende alcuni degli elementi di band come Liftiba e Subsonica, senza però copiarli di pari passo. E’ un sound fresco, dinamico e spesso contraddistinto da una punta di amarezza, sentimento che traspare facilmente dalle canzoni, tutte rigorosamente scritte nella nostra lingua madre. Identità Anonime è un album italiano, concepito per un pubblico italiano e tale deve essere, poiché si prefigge di creare un saldo ponte con l’ascoltatore che ne può comprendere appieno il messaggio, riflettendo su sé stesso e sulle strutture che lo imprigionano nel suo quieto vivere.

 


Si susseguono piccole verità in ogni canzone: spesso non ci rendiamo conto di quanto ci facciamo condizionare dalla parte più oscura di noi stessi (Ombre) e di come questa ci faccia compiere azioni di cui, presto o tardi, ci pentiamo (Inganno dell’Orgoglio). Siamo insensibili a ciò che accade a persone meno fortunate di noi (Indifferente) ma ci facciamo in quattro per seguire i dettami di un libro sacro (Falsi Dei). La descrizione potrebbe continuare, ma lascio il compito ai Desma di narrare di questo mondo insoddisfatto e insoddisfacente, mentre io mi accingo a scrivere la conclusione di questa recensione.

 


Cambiare si può, sia come individui singoli sia come realtà collettiva, per farlo occorre però avere il coraggio di riconoscere i propri limiti. Identità Anonime è un prezioso consiglio a chi ha il coraggio, che prende la vita a piene mani e si costruisce un futuro migliore. Un messaggio importante legato a una band il cui rock conciso e veloce fornisce un grandissimo valore aggiunto.