Sezione recensioni
recensioni14/08/2014A cura di: Lara Calistri
Mainpain
The Empirical Shape Of Pain
a2014_08_14_01_17_59_copertina mainpain.jpg

Tracklist

  • 1. The Arrival
  • 2. The Healer
  • 3. Blood Arena
  • 4. Kiss Of Death
  • 5. Cleopatra
  • 6. On The Run
  • 7. The Spiral
  • 8. Wake Up The Sleeping Giant
  • 9. Reflex Of Events
  • 10. The Empirical Shape Of Pain

Genere

Metal

Etichetta

Diverso Edizioni Musicali

Sito Ufficiale

http://www.mainpain.it

Voto

8,5 su 10

Il gruppo italiano Mainpain compie la sua entrata nella scena musicale con il secondo album "The Empirical Shape Of Pain", un concentrato esplosivo di heavy metal con leggere sfumature dark, molto particolare e originale dal punto di vista stilistico-musicale. Il due chitarristi riescono a creare un'ottimo coordinamento di riff ben strutturati, accattivanti e taglienti. Il bassista riesce a suonare ritmiche  graffianti in maniera molto fluente, in perfetto stile heavy metal. Il batterista  riesce a suonare tempi e scambi complessi con grande potenza e velocità. Il cantante, oltre a dimostrare di avere una voce molto interessante e particolare, sfodera eccellenti  e potenti doti vocali colme circondate da tonalità sporche e mordaci. le testimonianze delle ottime abilità tecnico-musicali di ogni membro del gruppo sono canzoni come "Blood Arena", "Reflex Of Events", "On The Run" e "Cleopatra". Con questo lavoro i Mainpain hanno dimostrato di sapere il fatto loro, un album in perfetto stile heavy metal vecchia scuola circondato da atmosfere oscure, angoscianti ed affascinanti, una lugubre ma attraente fusione dal punto di vista stilistico-musicale. Anche la composizione dei testi e degli accompagnamenti è molto accurata e ben fatta. Un ottimo secondo lavoro dei Mainpain sia dal punto di vista tecnico-musicale che dal punto di vista stilistico. Complimenti ai Mainpain, continuate così.

Tag in questo articolo

Mainpain; The Empirical Shape Of Pain