Sezione recensioni
recensioni01/03/2014A cura di: Serena
Dot Legacy
Self Titled
a2014_03_01_05_29_23_Dot Legacy Artwork.jpg

Tracklist

  • 1. Kennedy
  • 2. Think of a Name
  • 3. Days of the Weak
  • 4. The Passage
  • 5. Pyramid
  • 6. Gorilla Train Station
  • 7. Rumbera
  • 8. The Midnight Weirdos
  • 9.
  • 10. am

Genere

Rock

Voto

8 su 10

Psichedelic e post rock con una punta di stoner: questo propongono i francesi Dot Legacy con il loro ultimo album Self Titled.

 

I quattro si cimentano in un lavoro complesso, pieno di sfaccettature caratteristiche e intensi cambi di sonorità. E’ un album che ispira alla vecchia corrente rock degli anni ’70, specialmente nelle linee di chitarra, senza tuttavia dimenticare i modernismi tipici di quest’era tecnologia.

Un tuffo nel passato, un mix con nuove idee per dare alla luce un album trascendentale, introspettivo e estremamente riflessivo. Un’opera buona nel marasma di varie proposte piatte, prive di alcuna peculiarità, banali. Per non dimenticarsi delle nostre radici e della grande musica d’altri tempi, per rispolverare un po’ la nostra spiritualità.