Sezione recensioni
recensioni10/11/2013A cura di: Serena
Saturday Overdose
Eat my Dust
a2013_11_10_02_13_27_Saturday-Overdose-Eat-My-Dust-web-300x292.jpg

Tracklist

  • 1. Free Bones
  • 2. Don't Care About The Rain
  • 3. Fallin' Apart
  • 4. Anthem For A Dream
  • 5. Fucking Mustang

Genere

Metal

Etichetta

Records / Andromeda Dischi

Voto

7 su 10

Continuando le metafore cinematografiche introdotte in una delle passate recensioni, Eat my Dust sembra essere uscito direttamente dal film Rock Star del 2001. 

 

Sebbene i membri dei Saturday Overdose appaiano meno inquietanti (date un’occhiata alle scene in cui si esibiscono) degli Steel Dragon, fantomatica band di cui si narrano le vicende in questa vecchia pellicola, la tracklist dei due gruppi potrebbe essere tranquillamente scambiata. Insomma, chi ha suonato cosa? Intendo dire, e direi che associare alla band piemontese brani scritti e suonati da Kiss e Mötley Crüe possa essere un complimento, oltre che una definizione più o meno calzante: in Eat my Dust ascoltiamo heavy metal old school, direttamente dei tempi che furono, famosi  per i pantaloni attillati, capelli lunghi e chitarre infuocate.

 

Un bel ritorno al passato che fa muovere i piedi e la testa, un bell’inizio per i nostri piemontesi che però devono stare bene attenti a non confondersi nella massa delle proposte, continuando a cercare un sound unico e personale.