Sezione recensioni
recensioni30/08/2012A cura di: Serena
Doro
Raise Your Fist In The Air
a2012_08_30_07_13_12_images.jpg

Tracklist

  • 1. Raise Your Fist In The Air
  • 2. Victory
  • 3. Engel
  • 4. Lève Ton Poing Vers Le Ciel

Genere

Metal

Etichetta

Nuclear Blast

Sito Ufficiale

www.doromusic.de

Voto

7 su 10

Come annunciato nella precedente recensione, eccoci pronti a parlare del nuovo lavoro della cantante teutonica Doro Pesch.
A quattro anni dall'ultimo Fear No Evil e il cambio di etichetta esce per la Nuclear Blast questo Ep di quattro canzoni, Raise Your Fist In The Air.
Dopo questo lungo periodo di silenzio mi sarei aspettata un album intero, ma mi accontento. Al primo ascolto non si può che notare che la formula è sempre la stessa, ma d'altronde perchè cambiarla? La prima canzone, che porta il titolo dell'intera opera, è il classico brano che incita i fans alla carica, una sorta di  Fight o All We Are. Stesso discorso per Lève Ton Poing Vers Le Ciel, versione francese della canzone appena citata. L'idea non mi piace molto: per prima cosa la lingua non è d'impatto di per sè, secondo la necessità di far combaciare metrica e testo rende la song forzata in alcuni punti. E poi quale sarebbe il senso di incidere due canzoni identiche ma in lingue differenti? Un omaggio ai fans francesi?
Victory è priva di mordente, troppo lenta per convincere e il ritornello ripetuto allo sfinimento le da' il colpo di grazia. Molto bene invece Engel, classica ballad in stile Doro che ben si inserisce in opere come Love Me in Black e Let Love Rain On Me. In lingua tedesca, come sono tutte le opere più epiche della nostra.
L'EP è giusto un assaggio: probabilmente un modo da parte dell'etichetta e della musicista di studiare il proprio patner per creare una sinergia vincente. Purtroppo di quattro canzoni non posso che bocciarne due, ma attendo fiduciosa il prossimo capolavoro.