Sezione recensioni
recensioni22/08/2012A cura di: Serena
Bury Tomorrow
The Union of Crowns
a2012_08_22_05_51_19_bury-tomorrow-the-union-of-crowns.jpg

Tracklist

  • 1. Redeemer
  • 2. The Maiden
  • 3. Lionheart
  • 4. Message to a King
  • 5. Message to a King
  • 6. Knight Life
  • 7. Royal Blood
  • 8. Bitemarks
  • 9. Abdication of Power
  • 10. Kingdom
  • 11. 1603
  • 12. Sceptres
  • 13. Vacant Throne
  • 14. A Curse

Genere

Metal

Etichetta

Nuclear Blast

Voto

7 su 10

L'abito non fa il monaco, nè la copertina fa l'album. Ma devo essere sincera, la prima cosa che mi ha colpito di questo lavoro è stata proprio il bellissimo atwork di "The Union of Crowns" dei Bury Tomorrow. Secondo album per il combo inglese che segue fondamentalmente la linea del primo. Il gruppo non si distingue per unicità e si accontenta di rientrare nei classici clichè del metalcore. In tre parole: breakdowns are everywhere. L'alternarsi dei due stili di voce crea il giusto dinamismo per non annoiarsi alle prime due canzoni, ma bisogna essere appassionati del genere per ascoltarlo fino in fondo. Tuttavia niente da dire all'album dei BT, anzi: c'è un attento studio nella struttura delle canzoni ed è interessante l'idea di un concept incentrato sulla figura del re inteso come uomo che, nonostante sia ammirato e temuto grazie al potere di cui gode, risulta abbandonato nella sua costante battaglia contro tutti. Peccato che il songwriting si riduca a riprendere con diverse sfumature le  idee citate sopra, senza uscire da un'analisi superficiale di tale stereotipo. Insomma, si poteva sviluppare meglio, ma tant'è il lavoro farà felice i più devoti.