Sezione recensioni
recensioni12/03/2012A cura di: Serena
Dark New Day
New Tradition
a2012_03_12_10_37_55_ddd.jpg

Tracklist

  • 1. Fist From The Sky
  • 2. Come Alive
  • 3. I Don't Need You
  • 4. New Tradition
  • 5. Tremendous
  • 6. Sorry
  • 7. Straightjacket
  • 8. Take It From Me
  • 9. Caught In The Light
  • 10. Sunday
  • 11. Fiend
  • 12. Breakdown
  • 13. Burns Your Eyes

Genere

Metal

Etichetta

Goomba Music

Voto

5,5 su 10

Ricetta del giorno: prendete qualche musicista semi-famoso (o semi-sconosciuto), mescolateli bene assieme, aggiungete una decina di grammi di nu metal abbastanza banale con una spruzzata di metalcore (mi raccomando, pochissimo, solo per sentirne l'odore) e voilà, l'ennesimo gruppo prestampato destinato al florido mercato degli adolescenti di tutto il mondo: i Dark New Day.
Per carità, il combo americano si da' da fare in questo "New Tradition": ben tredici tracce in cui fanno sfoggio di schitarrate massiccie e voci più o meno intonate.

Purtroppo niente di nuovo: a parte "Fist from the Sky" in cui si sente una certa vena stoner miscelata con i più classici giri nu metal, il cd sembra una copia sputata del primo full-lenght degli Hoobastank. Le voci, gli arrangiamenti, persino l'ordine delle canzoni richiama questo gruppo. Peccato, perchè vedendo in quali bands i componenti dei New Dark Day hanno suonato o per chi tutt'ora suonano (il chitarrista McLawhorn e il batterista Hunt si sono uniti nel 2007 ad Amy Lee e ai suoi Evanescence, per dire) mi aspettavo molto di più. La domanda è: si sopravvalutano i musicisti per via della loro militanza in progetti dai nomi importanti o si rimane, per così dire, ingenui al fatto che prodotti di questo tipo, generati con lo stampino, vengano prodotti e proposti con molta più facilità di altri, che invece portano idee nuove ma molto più rischiose da commercializzare?