Sezione recensioni
recensioni11/07/2011A cura di: Alessandra Torcasso
Catalepsy
Bleed
a2011_07_11_08_30_27_CATALEPSY - Bleed - Artwork.jpg

Tracklist

  • 1. Faithless
  • 2. Monolith
  • 3. Goliath
  • 4. Cthonian
  • 5. Bleed
  • 6. Infernal
  • 7. Statistic
  • 8. Consumed
  • 9. Medusa
  • 10. Vexation

Genere

Metal

Etichetta

Bastardized Recordings

Voto

7,5 su 10

[ITA]

Tutto quello che potreste aspettarvi da questo disco verrà letteralmente stravolto prima che ve ne accorgiate. “Bleed” non è un semplice disco da pomeriggio piatto. E’ un disco da conflagrazione. Quando penserete bene di premere il tasto Play, per un attimo vi sembrerà di aver perso la bussola.
“Ci sono storie che quando le racconti si consumano. Altre storie invece, consumano te” esordiva Palahniuk in uno dei suoi scritti migliori. Ed è subito quello che ho pensato quando mi è capitato tra le mani questo lavoro. Un prodotto che, per i meno addestrati può arrecare danni non indifferenti.
 

“Bleed” è dunque l’ultimo manufatto dei californiani Catalepsy, giunti al loro terzo lavoro dopo quattro anni e sotto la protezione dell’etichetta Bastardized Recordings.

L’artwork, nella sua semplicità dà una prima anticipazione dell’opera proposta: un occhio , per molti considerato lo specchio dell’animo. L’animo che per i Catalepsy non è altro che sinonimo di mente.


In questo Full-Lenght ci vengono consegnate dieci tracce, ove i temi trattati non sono altro che stati d’animo a cui spesso la mente si trova a fare i conti.
La produzione è più che buona, i suoni sono puliti e stilisticamente è un album compatto, le cui radici spaziano molto, pur mantenendo una matrice death-core.


Mi risulta molto difficile definire completamente questo progetto, è uno di quei lavori, per cui le parole non sarebbero di grande aiuto, risulterebbero vane.
Lasciate perciò tranquillamente “Bleed” in pasto al vostro secondo senso e vedrete che la delusione prenderà altre strade.

 

Line Up

Rick Norman – voce
Rob Walden – chitarra
Matt Sutton – chitarra 
Sean Murphy – basso
Benjamin Sutton – batteria

 

[ENG]

Everything you expect from this disc will be literally turned upside down before you know it. "Bleed" is not for a flat  afternoon. It 's a really conflagration.
When let's press the play button for a moment you seem to have lost the plot.  "There are stories that when you consume stories. Other stories instead, consume you, "Palahniuk said in one of his best writings. And it is just what I thought when I came across this work. A product that, for the less trained can cause strong damage.
 

 

"Bleed" is therefore the last artifact of Catalepsy , arrived at their third in four years and under the protection Bastardized Recordings label.
The artwork, in its simplicity gives an early preview of the work proposed: an eye, that many think has the mirror of the soul. The soul that for Catalepsy is nothing but a synonym the mind.
 

 

This Full-Length has ten tracks, where the themes are merely states of mind that often the mind is to be reckoned with. The production is quite good, the sounds are clean and style is compact. So, is an album whose the roots ranging, while maintaining a death-core matrix.  I find it very difficult to fully altogether this project, is one of those jobs, so the words would not be of great help, would be in vain. 

Let so easily "bleed" at second sense the disappointment will take other roads.

 

Line Up

Rick Norman – vocals
Rob Walden – guitar
Matt Sutton – guitar
Sean Murphy – bass guitar
Benjamin Sutton – drums

Tag in questo articolo

catalepsy,bastardized records,alone music dea ortolani