Sezione recensioni
recensioni30/10/2010A cura di: Daria
Giovanni Truppi
Giovanni Truppi. C'è un me dentro di me
a2010_10_30_02_26_18_1283512555342.jpg

Tracklist

  • 1. Dormiamo nudi
  • 2. Mario (Niente da dimenticare)
  • 3. Scomparire
  • 4. Mandorle
  • 5. Manuela
  • 6. C'è un me
  • 7. Soffiando
  • 8. Ti siedi
  • 9. Tanti Auguri
  • 10. Respiro
  • 11. Vito è un pazzo
  • 12. La nostra ultima notte d'amore

Genere

Varie

Etichetta

Cinico Disincanto

Sito Ufficiale

www.giovannitruppi.it

Voto

8,5 su 10

C'è un me dentro di me è quello che definisco un disco da domenica mattina, quando si è sotto le coperte e pigramente si aprono gli occhi con la consapevolezza di poter rimanere ancora un pò a poltrire a letto, quando si sa di poter rallentare, godersi un po' del proprio tempo.In quelle mattine un po' sonnacchiose si ha bisogno di una degna colonna sonora e questo è il disco ideale.C'è un me dentro di me, disco d'esordio di Giovanni Truppi,è un album semplice ed elegante, in stile anni '50 con continui rimandi al jazz e allo swing anni '30. Testi ricercati e non banali e ottimi arrangiamenti che fanno pensare ad uno studio attento e meticoloso della musica in particolar modo italiana; con queste premesse si correva il rischio di ripetere qualcosa di già sentito e già visto, ma Truppi è riuscito ad infondere nei brani del disco una punta di originalità che rendono le tracce davvero godibili.

Da segnalare senza dubbio l' ammicante Dormiamo nudi e la cover rivisitata in chiave jazz di Tanti auguri. Un bell'esordio che lascia intravedere grandi possibilità per il futuro.