Sezione recensioni
recensioni14/10/2010A cura di: Daria
Ribes
Ribes Pop Aziendale
a2010_10_14_09_46_21_Immagine.JPG

Tracklist

  • 1. E’ morto il capo ufficio
  • 2. Amministratore Delegato
  • 3. Navigo
  • 4. Io odio il lunedì
  • 5. Son venuto per l’aumento
  • 6. Per quel che ha da fare
  • 7. Clienti
  • 8. Non c’è posto in hit parade
  • 9. Indebitato
  • 10. Taxista

Genere

Pop

Etichetta

Autoprodotto

Voto

7,5 su 10

 

Il lancio del primo singolo, E’ morto il capo ufficio, è stato accompagnato dall’invio gratuito del brano ai 1000 capo ufficio più tremendi e bestiali d’Italia, selezionati in base a indiscusse doti di falsità e crudeltà, già questo dovrebbe far capire che Pop aziendale non è solo un disco, ma il manifesto di tutti i lavoratori d’Italia rinchiusi per otto ore dentro i loro uffici.

Scorrendo i titoli della tracklist sembra quasi di vederli quegli impiegati di cui parla Ribes, e di cui ha fatto parte, con le loro frustrazioni, le loro ansie quotidiane, l’interminabile scorrere dei minuti delle  otto ore che sembrano otto anni.

In bilico tra sonorità anni ’80 e Bluvertigo, Ribes racconta la realtà lavorativa di gran parte dei giovani d’oggi con lucidità e sarcasmo.

La voce non è sempre pulitissima e in alcuni pezzi gli arrangiamenti non sono  molto orginali, ma nel complesso, Pop aziendale, è un disco ispirato in cui molti si riconosceranno.