Sezione recensioni
recensioni11/05/2010A cura di: Daria
Vivienne Viveur
Rain Feelings
aCover VIVIANNE VIVEUR.jpg

Tracklist

  • 1. victorian rain
  • 2. hard reeling
  • 3. daydream syndrome
  • 4. you always had to run away
  • 5. vicky in a sunny day
  • 6. everything happens to fall apart
  • 7. gray
  • 8. crying baby
  • 9. edimburgh ray
  • 10. my rainstorm

Genere

Pop

Etichetta

My fay records

Voto

8

Sono italiani ma vivono a Londra e ascoltando l’ultimo lavoro dei Vivienne Viveur devo dire che le influenze Londinesi sono estremamente evidenti.
Ma anche le atmosfere che i Vivienne Viveur sanno creare in questo disco richiamano la capitale inglese, ascoltando le dieci tracce ci si sente subito trasportati nella fumosa e piovosa Londra.
I VV si definiscono una band “dark noir pop degli anni’ 10” e se questo tipo di musica deve regalare un velo di tristezza e malinconia a chi li ascolta devo dire che ci riescono perfettamente.
In questo disco profondamente vittoriano troviamo archi e pianoforti magnificamente suonati che, assieme alla voce quasi sussurrata contribuiscono a creare l’atmosfera di cui prima parlavo.
Gli ospiti in questo Rain Feelings non mancano di certo; Andrea Cajelli (Encode), batterista e produttore, che collabora alla produzione di “Victorian Rain”, “You always had to run way”, “Everything happens to fall apart”, “Vicky in a sunny day”, “My rainstorm” e “Edinburgh Fay”; Richie Stevens (Simply Red, Jamiroquai, Gorillaz), che, con Nick Hunt, collabora alla realizzazione di “Hard Feeling”; Christian Rainer per il piano e gli arrangiamenti di “Gray”; Simone Basso per l’ arrangiamento degli archi in “Edinburgh Fay”, Lisbeth Allardyce, Chris Ford, Raffaello Migliarini, L.J. Nefasto e Jane Wild.
Gli arrangiamenti magnifici, le chitarre aggressive e un sound ricco e intenso, fanno di questo disco un gioiellino difficile da etichettare ma che merita di stare nella top ten dei dischi usciti nel 2010.
 

Tag in questo articolo

Vivienne Viveur