Sezione recensioni
recensioni31/03/2010A cura di: Daria
Malika Ayane
GROVIGLI
afront.jpg

Tracklist

  • 1. Ricomincio da qui
  • 2. 02.Thoughts and clouds
  • 3. La prima cosa bella
  • 4. Brighter than sunshine
  • 5. Little brown bear
  • 6. Mille
  • 7. Outro( Ricomincio da qui)
  • 8. 08.Safisty my soul
  • 9. Chiamami adesso
  • 10. Sogna
  • 11. 11.Reprise( sogna)
  • 12. Belive in love

Genere

Pop

Etichetta

Sugar

Voto

9

Malika Anyane è sicuramente una delle voci femminili che preferisco e dopo aver ascoltato il suo ultimo album Grovigli uscito nei giorni della sua partecipazione a Sanremo il mio primo pensiero è stato “Ma che meraviglia!”.
Un disco che si distingue per eleganza e raffinatezza, curato nella parte strumentale, nelle mille sfumature che la cantante italo marocchina sa creare con la voce, e nei testi, decisamente ben scritti; anche per questo disco Malika ha collaborato con Paolo Conte ( Little brown bear e Chiami adesso), Pacifico (Ricomincio da qui) insomma, un buonissimo lavoro.
La canzone che apre il disco è “Ricomincio da qui”, il brano che ha valso alla Ayane il premio della critica all’ultimo Festival di Sanremo, meritatissimo a parer mio, la voce già splendida di per sé è impreziosita da archi che rendono il pezzo ancora più bello.
“Thoughts and clouds “è un brano più spensierato invece che per alcune sfumature mi ha ricordato alcuni pezzi dei Beatles, segue la riuscitissima cover di “La prima cosa bella” inserita nella colonna sonora del film omonimo di Paolo Virzì uscito nelle sale pochi mesi fa.
Si continua con la piacevolissima “Brighter than sunshine” e con “Little brown bear”, dove il duetto con Paolo Conte porta il disco in una dimensione da jazz club.
Si prosegue a “Mille” e il coro di bambini che accompagna Malika rende il pezzo davvero particolare. “Chiamami adesso” cover di Paolo Conte è sicuramente uno dei diamanti di questo disco, mentre “Sogna” è una canzone elegante delicata con una buonissima base ritmica. Menzione particolare va fatta per i due pezzi strumentali che vanno a riprendere temi di “Sogna” e “Ricomincio da qui”.
Una delle mie canzoni preferite è sicuramente “Belive in Love” scritta e interpretata dal compagno di Malika Cesare Cremoni, una dichiarazione d’amore in pieno stile pop, e che non avrebbe di certo sfigurato in un album dei Beatles.
Un bellissimo disco, quindi, di quelli che vorresti sentire più spesso.
 

Tag in questo articolo

Malika Ayane