Sezione recensioni
recensioni11/01/2010A cura di: Alessandra Torcasso
Guilty's Law
Total Insanity
aGuiltyslaw-Total_Insanity.jpg

Tracklist

  • 1. Into the Abyss
  • 2. Crusader
  • 3. Rebirth
  • 4. Generation Struck
  • 5. Deadlyman
  • 6. Behind the Mask
  • 7. Total Insanity
  • 8. Judgement Day
  • 9. Silent Cream
  • 10. Journey Beyond the Time
  • 11. Conflict Called Evolution

Genere

Metal

Etichetta

autoprodotto / Alkemist Fanatix Europe

Voto

6 / 10

Con grande piacere, mi trovo nuovamente davanti ad un prodotto nipponico. Questa volta il piccolo nato è dei Guilty's Law, in scena ben dal 1994.

Il gruppo fu idea di Kazunobu Kitadate, ora e da sempre bassista del gruppo, che non si è dato per vinto nel portare a termine una salda line-up. E “Total Insanity” ne è il prodotto.

Un risultato purtroppo che ha risentito dell'instabilità di questi anni: la ricchezza di testi è rimasta invariata dal 2002, anno in cui è stato presentato il loro primo demo. Cosi come non è cambiato il livello della produzione, abbastanza povero.
L'impronta tipica di tutto l'album ricorda band storiche quali Blind Guardian, Helloween, ma decisamente la voce del cantante da una timbrica un po' più personale, ma un po' troppo smorta.

Tuttavia l'album non mi dispiace, riesco ad apprezzarlo, ricorda il buon speed-metal anni 80, che ancora non mi dispiace.
Da “Into the Abyss” a “Conflict called Evolution” non noto molto differenze, permane quel carattere emulativo tipico dei paesi orientali. Tuttavia, track quali “Deadlyman” e “Cruasader” aggradano molto. E' in questi pezzi, che l'originalità in sottofondo riesce a riaffiorare, senza però dare quel tono personale.

E con ciò, speriamo di non aspettare ancora troppo tempo, come già successo, per un album, magari proprio anche se meno di nicchia.